blog Staffordshire bull terrier , Villamagna Staffords , Allevamento staffordshire bull terrier , cuccioli staffordshire bull terrier

cuccioli staffordshire bull terrier , allevamento staffordshire bull terrier
ULTIMI ARTICOLI SCRITTI
Addestramento cani viareggio , addestramento cani pisa , addestramento cani lucca

Il cucciolo lo prendo da un privato o da un allevatore ?

allevamento staffordshire bull terrier

Partiamo da una rivelazione che stupirà molti , il "privato" non esiste , è spesso una definizione usata per indurre nell'acquirente l'idea che non ci sia lucro ( anche se ho visto cuccioli ceduti a prezzi uguali se non maggiori rispetto all'allevatore ) e che tutto venga fatto solo con PASSIONE  termine abusato che spesso coincide con  INCOMPETENZA , INESPERIENZA , MANCANZA DI TEMPO DA DEDICARE AI CANI .Che il privato non esista non lo stabilisco io , ma l'ENCI , che definisce allevatore anche chi fa una prima ed unica cucciolata , le differenze possono essere tra allevatori amatoriali e professionali oppure tra allevatori con affisso ( quindi riconosciuti dall'ENCI ) e senza affisso. Tra allevatore amatoriale e allevatore professionale la differenza fondamentale è che il primo non non possiede e non produce un numero tale di cani da dover avere la partita IVA e quindi pagare le tasse , viceversa il secondo ha numeri tali che lo qualificano come imprenditore agricolo.

La differenza , invece , tra allevatore con affisso e quindi riconosciuto e allevatore senza affisso , sta nell'aver fatto almeno due cucciolate con due fattrici diverse e la voglia di spendere 600€ per fare la richiesta di affisso , viene da se che si tratta di un requisito abbastanza misero che può essere ottemperato da qualsiasi persona in possesso di due fattrici della medesima razza .

Date le opportune e sbrigative definizioni ( molto semplificate giusto per capire i concetti ) a chi conviene rivolgersi per un buon cucciolo ??? Sicuramente l'allevatore professionale , dovrebbe ( e sottolineo dovrebbe ) avere tempo ed esperienza per lavorare in maniera corretta ed etica , bisogna solo capire se il bisogno di avere un utile dall'allevamento lo condizioni a tal punto da fare cucciolate "commerciali" di scarsa qualità per la vendita e qualche cucciolata buona che può essere presa in considerazione. Il punto debole invece della figura dell'allevatore amatoriale è la sua promiscuità , potrebbe essere un qualsiasi proprietario deciso a fare una o più cucciolate , piuttosto che un amante della razza che si dedica con attenzione alla selezione . Sarà importante valutare vari aspetti: quanto tempo ha da dedicare ai cani , la competenza in merito alla razza allevata e la competenza cinofila in generale aspettandosi risposte accurate e precise.

Noto che molti allevatori in voga hanno dalla loro parte il voler andare d'accordo con tutti , la simpatia e la gentilezza , quantomeno di facciata , ecco , sono caratteristiche che poco hanno a che vedere con l'allevamento.

0 Commenti

Convivenza tra Staffordshire bull terrier

Staffordshire bull terriers - Villamagna Dogs

Spesso e volentieri si pone il problema della convivenza tra staffordshire bull terrier , è veramente possibile ??? Dal mio punto di vista si , se si vanno a creare i giusti equilibri e se si posseggono cani equilibrati senza lacune dal punto di vista etologico. Avere cani equilibrati , in grado di rispettare le gerarchie non significa avere cani con poco carattere , servirà un buon lavoro di addestramento , l'instaurazione di un corretto rapporto con il proprietario e avere un ottima lettura dei cani. Non mi sto riferendo ad un lavoro sull'aggressività intraspecifica , è abbastanza normale che con cani esterni al branco lo sbt mantenga tutta la sua intolleranza , anche se è auspicabile averne sempre il controllo. Quando cedo un cucciolo cerco sempre di mettere il proprietario ed il cane in condizioni di partenza tranquille, in modo da non avere problemi , quasi mai cedo uno Staffordshire bull terrier maschio a chi possiede già un cane maschio o viceversa .

0 Commenti

L'inizio dei controlli per la displasia HD nello Staffordshire bull terrier in Italia

Staffordshire bull terrier , radiografia per la displasia dell'anca

In italia fino a pochi anni fa non era abitudine far controllare la displasia alle anche nello Staffordshire bull terrier, la mia ancora acerba cultura cinofila mi portò , per curiosità e per letture , a fare dei controlli su Ramses , per valutare cosa effettivamente avessi tra le mani , Ramses è un maschio che presi mosso dalla curiosità per i cani di Joestaff , un allevvamento molto conosciuto di Milano , lo presi a Pisa , da ( a quei tempi ) un privato che prese una coppia da questo noto allevamento milanese , facendo una prima cucciolata. Un po' per un discorso di tempo e di possibilità di spostarmi cercai in quella cucciolata un buon staffordshire bull terrier che effettivamente , con un po' di fortuna , trovai . Tornando a discorso displasia dell'anca, fatti i controlli , Ramses risultò un HD:B , pochi giorni dopo l'arrivo dei risultati della centrale di lettura Ce.Le.Ma.Sche , ricevetti una telefonata da un allevatore siciliano mai conosciuto prima , Achille Buonagrazia , del noto allevamento Allambra Staffords , che volle congratularsi con me per i risultati di Ramses .

Da lì iniziò un interessante scambio di idee , dove imparai davvero molto , decidendo di portare alla luce alcuni aspetti sulla razza ignorati fino a quel momento da molti , promuovendo l'utilizzo in riproduzione solo di soggetti in possesso delle lastre ufficializzate per la displasia dell'anca.

Riproduzione selezionata Staffordshire bull terrier ENCI

Il rapporto ormai di amicizia con Achille mi dette la possibilità di far arrivare nella mia vita Amira little black jewel , una staffina unica , e unica staffordshire bull terrier italiana ad essere una terza generazione esente dalla dispasia dell'anca. Iniziò così un importante collaborazione con l'allevamento Allambra Staffords su varie cucciolate programmate insieme . L'inizio non fu semplice, ci furono molti scontri con chi aveva altri interessi e con chi non riteneva utile controllare lo Stafford per quella patologia scheletrica, purtroppo conoscevo le condizioni di diversi staffy italiani ed esteri , avendone avuto tra le mani le lastre e la situazione rendeva necessaria una spinta decisa. Sia chiaro , la situazione non era allarmante come in altre razze , ma sicuramente da considerare. Lo Staffordshire bull terrier avendo un posteriore molto muscoloso riesce sopperire ad una displasia anche grave in giovane età, pagando poi il prezzo in vecchiaia e dopo essersi già riprpodotto , avendo ormai dato il proprio contributo genetico alla trasmissione di questa patologia scheletrica. Nel tempo molti allevatori e privati iniziarono a controllare i propri cani, molti hanno abbracciato questo nuovo modo di lavorare altri hanno continuato sulla loro strada. La cosa importante è che oggi questi controlli radiografici in Italia sono diventati una piacevole ed utile realtà .

0 Commenti

Come riconoscere un "canaro" di Staffordshire bull terrier ?

Staffordshire bull terrier

Negli ultimi anni , anche grazie alla pubblicità sul web e sui social network , commerciare cani senza avere la minima competenza e senza rispetto per la razza che si alleva , è diventato un buon business. Ovviamente c'è chi lavora con i cani ed è una persona più che seria , basti vedere i numerosi allevatori imprenditori agricoli che sono riusciti a coronare il sogno di poter vivere della propria passione . Vivere di cani è una fortuna , è come un artista che riesce a mantenersi con le sue opere . . .anche in cinofilia però esistono falsari e truffatori . Questo articolo nasce con la mia solita voglia di tutelare i cani e la razza , rompendo le uova nel paniere a molti . La differenza tra "canaro" e "allevatore" qual'è ? molto semplicemente il canaro cerca profitto e bassi costi , l'allevatore cerca di migliorare la razza selezionando al meglio , cercando anch'egli un ritorno economico ma in funzione della qualità e della selezione che porta avanti .

 

Elencherò alcuni punti che possono far riconoscere il canaro di turno che cerca di rifilarvi un cucciolo :

 

  • i canari odierni di staffordshire bull terrier sono soggetti che in pochi mesi o pochissimi anni si sono riempiti di cani e che producono una quantità smisurata di cuccioli senza avere un minimo progetto.

  • solitamente non hanno i test genetici minimi L2hga & Hc , e rifilano la solita favola che i trisnonni sono esenti senza alcuno straccio di prova.

  • il canaro medio accoppia le fattrici il prima possibile , controllate che la fattrice non si sia accoppiata prima dei 18 mesi.

  • il pezzo forte del canaro è il colore dei cuccioli e la differenza di prezzo tra essi , un buon cucciolo di 60 / 90 giorni nero non può valere meno di un cucciolo blue o pezzato , lunica differenza è la commerciabilità di un colore rispetto ad un altro e questo non fa parte del modo di ragionare di un allevatore serio.

  • Un canaro ha una bassa cultura cinofila e cinotecnica , poca esperienza , e non è in grado di rispondere alle domande ed esigenze dell'acquirente in maniera competente e professionale.

  • Gruppi Facebook : non date troppo credito a queste entità , ve lo scrivo da amministratore di uno dei più gandi gruppi italiani dedicati alla razza , gruppo non è stato creato per vendere cuccioli ma per informare sulla razza , gli amministratori non dovrebbero usarlo per commerciare i propri cani.
    I Like  o i profili facebook molto seguiti , non sono necessariamente sinonimo di serietà , così come gli allevatori simpatici e divertenti non sempre sono i più competenti.
1 Commenti

Interpretazione dello Standard dello Staffordshire bull terrier

ASPETTO GENERALE

standard staffordshire bull terrier , allevamento staffordshire bull terrier

Deve dare l'idea di grande potenza e dinamismo , di dimensioni contenute , deve trasmettere nelle proporzioni grande armonia , nonostante la testa debba essere importante ed accompagnata da un espressione inconfondibile , non deve presentare ipertipicità : eccessiva pesantezza , musi troppo carnosi e corti , presenza di rughe , occhi sporgenti etc… Il movimento deve essere elegante e fluido con un ottima coordinazione degli arti .

 

 

 

TESTA

 

È forse l'elemento più caratterizzante dello staffordshire bull terrier , si presenta corta con un cranio profondo , uno stop ben marcato , ( nelle femmine è più leggera e femminile ingentilendo quei tratti che nel maschio sono molto più marcati ) i masseteri sono molto sviluppati altrettanto sviluppati i muscoli occipitali , gli assi craniofacciali trovo corretto siano paralleli , il rapporto corretto tra la lunghezza del cranio e quella del muso è di 2:1 .

Il muso è forte e potente , è preferibile una forma detta a "mattone" che va leggermente ad assottigliarsi verso la punta , questa forma del muso permette di distribuire la potenza del morso in maniera uniforme su tutta la dentatura.

 

 

 

OCCHI

 

L'occhio è un altro elemento molto importante , contribuisce nel dare allo Staffordshire bull terrier la sua espressione tipica , deve essere tondo e scuro , posizionato frontalmente , ben inserito nella cavita oculare e protetto dall'arcata sopraccigliare. Trovo assolutamente sgradevoli e non funzionali gli occhi sporgenti .

 

 

 

ORECCHIE

 

La forma ideale è a "rosa" , l'orecchio deve essere non troppo grande per mantenere una bella espressione nel cane .

 

 

 

BOCCA

 

L'unica chiusura accettabile per lo stafford è la chiusura a forbice , la dentatura deve essere completa , nonostante una tendenza evolutiva che sta portando molte razze a non sviluppare i premolari , sempre meno necessari ed usati , i denti devono essere di buone dimensioni .

 

 

 

ANTERIORE

 

Gli arti anteriori devono essere in appiombo , forti e paralleli tra loro , la spalla ben angolata e costruita deve contribuire a dare un movimento sciolto al cane , un metacarpo leggermente flesso permette di ammortizzare le sollecitazioni dell'anteriore durante le varie attività . Il piede deve essere forte e leggermente " a gatto " cioè con le dita centrali non troppo lunghe , i piedi inoltre possono avere una leggera divergenza .

 

 

 

TRONCO

 

Deve essere corto e compatto senza arrivare a limitarne la funzionalità , il petto è profondo e abbastanza largo . La schiena deve essere forte , la linea dorsale dritta può presentare una lieve inclinazione all'altezza della groppa , non deve essere arcuata e ancora meno cifotica .

 

 

 

POSTERIORE

 

È molto muscoloso , potente e solido , con un ottima spinta , gli arti sono paralleli guardandoli da dietro ed hanno un angolazione molto accentuata con garretti ben discesi . Il movimento deve essere sciolto con gli arti paralleli agli anteriori.

 

 

 

TAGLIA

 

Il maschio va dai 12 ai 17kg e le femmine dai 10 ai 15kg , l'altezza oscilla tra i 35 ed i 40cm .

Altezza e peso devono avere un giusto bilanciamento , un cane di 35 cm non potra mai essere 17kg ( peso forma ) , significherebbe avere un ossatura eccessiva ed una struttura troppo estrema , allo stesso modo un cane di 40 cm non dovrà pesarne 12 , si avrebbe un cane troppo leggero .

 

 

 

Stefano Villamagna ( Villamagna Dogs )

0 Commenti

BullDogs Convention 2016 with Mr. Huntly Pringle ( Ringmaster )

Molto soddisfatto di questo evento, merito della grande qualità dei cani e di un giudice d'eccezione come Huntly Pringle, complimenti a tutti i presenti.

allevamento staffordshire bull terrier , cuccioli staffordshire bull terrier
0 Commenti

Staffordshire bull terrier blue ? anche no. . .

staffordshire bull terrier blue , grigio , blu

Negli ultimi anni in Italia ( e non solo ) stiamo vivendo l'invasione dello staffordshire bull terrier blue o blu , è un ottimo business per i commercianti di cani spesso mascherati da allevatori , in quanto un cucciolo va dai 1600 ai 1800 € circa contro i 1000 / 1200 € di un banalissimo cucciolo non blue . Perchè allora tutti gli allevatori non si dedicano a questa " selezione " ? semplice perchè il gioco non vale la candela....se per allevatore si intente colui che cerca di migliorare e preservare la razza amata .
È abbastanza pacifico e noto in cinofilia che i cani con colori diluiti siano meno salutari rispetto ai cani con pigmentazione normale , il gene che da il colore blue può causare l'alopecia CDA , nota anche come " sindrome dei cani blu " , si possono manifestare varie problematiche a livello di pelo ( calvizie etc. . . ) così come nei casi più gravi infezioni alla cute . Non è un caso che in molte razze come il Dobermann , il colore blue sia stato eliminato dallo standard. ( vedi Alopecia negli Staffordshire bull terrier blu )

Personalmente , ma non sono l'unico a pensarla così , in giro non vedo soggetti blue talmente validi da bypassare le problematiche che potrebbe portare il gene in questione , quindi non capisco quali siano i motivi che portano alcuni a puntare su tale colorazione se non l'evidente ed unico valore commerciale.

Per essere politically correct , devo precisare che non tutti coloro che allevano sbt blue sono necessariamente canari o businessmen , ma questi sono allevatori che , non approfittando della forte richiesta di cuccioli blu  , fanno prezzi onesti ed in linea con le richieste per le altre colorazioni .

0 Commenti

Staffordshire bull terrier Open Show

Con il club di razza parteciperemo all' International Convention of BullDogs , occupandoci nello specifico dello Staffordshire bull terrier , nei giorni del 12 & 13 Novembre 2016 presso il CarraraFiere a Marina di Carrara

staffordshire bull terrier open show
staffordshire bull terrier open show
CarraraFiere ( Marina di Carrara )

Per info ed iscrizioni

www.sbtwcc.com


0 Commenti

Mr. John Ryder during the Black Tusker Trophy

Uno dei vantaggi dell'essere consigliere e socio fondatore dello sbtwcc , egoisticamente parlando , è sicuramente quello di poter conoscere , parlare e confrontarsi a riflettori spenti con importanti allevatori di Staffordshire bull terrier , arricchendo non di poco il mio bagaglio di conoscenze .

Allevamento Staffordshire bull terrier , Cuccioli Staffordshire bull terrier
Mr. John Ryder and me
0 Commenti

Pedro 4° ECC al Black Tusker Trophy

Pedro si è guadagnato il suo 4°posto ECC in intermedia maschi, complimenti ai proprietari che lo tengono magnificamente .

Allevamento Staffordshire bull terrier , Cuccioli Staffordshire bull terrier
Allevamento Staffordshire bull terrier , Cuccioli Staffordshire bull terrier
Allevamento Staffordshire bull terrier , Cuccioli Staffordshire bull terrier
0 Commenti

Costituzione dello Staffordshire bull terrier West Coast Club

Villamagna Dogs - Allevamento Staffordshire bull terrier - Cuccioli Staffordshire bull terrier

 La straordinaria diffusione e l’apprezzamento che inizia a ricevere lo Staffordshire bull terrier in Italia porta alla necessità, da parte di allevatori ed appassionati, di attivarsi per la salvaguardia di questa magnifica razza, lo Staffordshire bull terrier West Coast Club nasce proprio con questa idea.

Dal 2014 con i primi show sono arrivati i primi inaspettati successi , che hanno dato forza e spinta nel portare avanti questo progetto, la voglia e la capacità di Alberto d’Atri ( presidente del SBTWCC ) di portare in Italia importanti giudici ed allevatori inglesi per i raduni del club, ha fatto si che il valore di questi show andasse ben oltre la semplice coccarda o risultato espositivo.

Negli anni successivi il club ha continuato a crescere e strutturarsi con l’ingresso nel 2016 di 3 nuovi soci fondatori (Francesco Canzerlo, Alessandro Catanese e Stefano Villamagna).

Gli obiettivi che si pone il nostro club sono principalmente di diffondere la cultura cinofila in merito allo staffordshire bull terrier ; oltre ad organizzare show di alto livello, saranno di fondamentale importanza gli stage, i seminari e le varie prove atletiche e caratteriali che coinvolgeranno i nostri cani. Alle attività del club è possibile aderire dopo essersi associati , anche per poter partecipare attivamente alle dinamiche del club se si crede fermamente in questo nostro progetto. Sicuramente sarà un percorso difficile, ma varrà la pena di portarlo avanti, in Italia non abbiamo mai avuto prima d’ora un’associazione che realmente si battesse tutelare lo staffordshire bull terrier a 360°

Villamagna Dogs - Allevamento Staffordshire bull terrier - Cuccioli Staffordshire bull terrier
0 Commenti

Lo prendo in allevamento o al canile ?

addestramento cani viareggio ,  addestramento cani pisa , addestramento cani lucca , addestratore cinofilo , centro cinofilo

Quante volte si sente dire...il cane non comprarlo , prendilo al canile così aiuti cani sfortunati! niente di più vero!!! ma è doveroso sottolineare che si tratta di due scelte molto differenti , l'una non influenza in alcun modo l'altra !
Adesso analizziamo come .
Chi ricerca un cane in allevamento ha già in mente la tipologia di cane che desidera , sia dal punto di vista morfologico che caratteriale ( ebbene si , si seleziona anche il carattere ) quindi sceglierà una razza che si adatti perfettamente alle condizioni di vita e ai ritmi di quell'aspirante proprietario , sapendo che , per qualsiasi problema avrà a disposizione l'allevatore che oltre a conoscere bene la razza che alleva conosce ancora meglio i propri cani e le linee che usa in allevamento.

 

Chi cerca tutte queste caratteristiche ovviamente le paga!


Viceversa chi decide di adottare un cane di canile non è interessato a determinate caratteristiche psichiche , lavorative o morfologiche , è disposto a fare un salto nel buio , con la nobile intenzione di dare un altra chance a quel determinato cane , del quale però non si possono conoscere genealogia e attitudini. Talvolta si possono riscontrare anche problemi comportamentali dovuti ad esperienze negative pregresse o alla stessa vita di canile ( problemi assolutamente risolvibili ) . Questo ovviamente fa onore a colui che decide di adottare .
Voglio sottolineare che ci sono anche alcuni canili che effettuano percorsi di riabilitazione pre adozione , per scongiurare al minimo l'insorgere di problemi con il cane adottato .

addestramento cani viareggio ,  addestramento cani pisa , addestramento cani lucca , addestratore cinofilo , centro cinofilo

 

Per placare gli animi di quei pochi " animalisti " che sicuramente avranno frainteso le parole lette sino ad ora , rendo nota la mia collaborazione e il mio sostegno verso un associazione che si occupa di lotta al randagismo nella provincia di Siracusa , quindi lungi da me l'intenzione di screditare o sconsigliare l'adozione del cane di canile , anzi!
Vorrei far capire che , trattandosi di scelte diametralmente opposte sono molto sciocche certe battaglie contro gli allevatori , visti come mostri senza etica , che cedono cani in cambio di danaro! che però spesso sostengono anche iniziative di solidarietà a favore di amici a 4 zampe più sfortunati !
Se dobbiamo proprio portare avanti delle iniziative , sostenete chi alleva e fa buona selezione perchè i cani di canile sono quasi sempre meticci ( frutto di accoppiamenti casuali di privati ) oppure cani di razza che avendo una scarsa selezione dietro ( anche qui da privati o allevatori poco informati ) vengono ceduti , a cifre irrisorie , a persone che , volendo spendere poche centinaia di euro non hanno spesso quella serietà o motivazione per stare dietro al proprio cane in ogni difficoltà .


Volete una soluzione per arginare il fenomeno degli abbandoni ? Vi do le uniche due soluzioni concrete:

  1. Sterilizzazione obbligatoria per tutti i pet , cioè per quei cani ceduti allo scopo di far compagnia e che non hanno alcuna velleità o finalità riproduttiva, oltre a tutti i cani che si trovano nei canili .

  2. RIPRODUZIONE CONTROLLATA , cioè creare un albo di allevatori , scelti e selezionati , che nel rispetto obbligatorio di un codice etico , siano i soli a poter far riprodurre i cani di razza .
0 Commenti

La processionaria ( un pericolo per i cani )

addestramento cani viareggio , addestramento cani pisa , addestramento cani lucca , centro cinofilo , addestratore cinofilo ENCI

La primavera è un particolare periodo in cui si deve prestare molta attenzione ai nostri cani . Possono ( annusando qua e la ) andare a contatto con la processionaria , che è un vero e proprio pericolo che si trova generalmente in zone dove sono presenti alberi come pini . Se questo animale viene a contatto con il muso o la lingua del nostro cane, possono esserci seri problemi , bisogna quindi essere pronti a riconoscere sia la processionaria, sia i sintomi del cane nell'eventualità che abbia toccato o leccato la peluria urticante caratteristica della Thaumetopoea Pityocampa, nome scientifico del lepidottero.

Questo bruco peloso si muove insieme ai suoi simili in fila indiana, proprio come se fosse in processione. L'insetto è molto pericoloso solo in questa fase della sua vita, dato che successivamente si trasformerà in farfalla e i rischi per la salute del canesono praticamente nulli . Il rischio, dicevamo, è che il nostro amico a quattro zampe possa ingoiare o semplicemente sfiorare la peluria urticante del lepidottero:

addestramento cani viareggio , addestramento cani pisa , addestramento cani lucca , centro cinofilo , addestratore cinofilo ENCI

in questo caso è necessario far ingerire immediatamente del bicarbonato mischiato con l'acqua al nostro cane, in modo tale che attenui l'effetto velenoso dell'insetto, che potrebbe portare a problemi assai gravi come uno shock anafilattico o mandare la lingua "in cancrena". In più, si dovrebbe dare immediatamente del cortisone al nostro compagno di vita se lo abbiamo a disposizione e siamo in grado di somministrarlo , altrimenti correre dal veterinario ( in ogni caso anche dopo aver somministrato il cortisone )

Durante le passeggiate in zone con presenza di pini , in primavera , è opportuno portarsi una piccola bottiglietta con bicarbonato e acqua e ( anche se più difficile ) avere la possibilità di reperire del cortisone .

0 Commenti

In caso di avvelenamento del cane

addestramento cani Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia , educazione cani Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia , educatore cinofilo Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia , addestratore cinofilo ENCI Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia

L’immediata individuazione di un avvelenamento è spesso il fattore decisivo che può salvare la vita del cane che ne è vittima.

Per la realizzazione di esche e bocconi avvelenati si usano varie sostanze, che danno sintomi diversi oltre a colpire l’organismo dell’animale con tempi e danni differenti. I sintomi principali di un sospetto avvelenamento sono quindi svariati.

I veleni per cani più comuni sono la stricnina, il metaldeide, i diserbanti e i veleni contro i topi, che agiscono velocemente e, se non diagnosticati velocemente, sono letali.

Con questi veleni, infatti, dai 30 minuti alle 2 ore dopo l’ingestione il cane può presentare i seguenti sintomi:

  • gli arti si irrigidiscono
  • diventa incapace di mantenersi sulle zampe
  • inizia a salivare eccessivamente o a respirare con difficoltà
  • cade in preda a crisi convulsive, con vomito e diarrea.

Possono anche essere usati veleni emorragipari, che agiscono in modo più lento manifestandosi dopo qualche giorno dall’ingestione con emorragie interne che provocano al cane pallore delle mucose, respirazione difficoltosa e un fortissimo stato di stanchezza.

Talvolta si possono manifestare emorragie nasali, ma generalmente non c’è mai vomito. Quando si tratta invece di veleni che agiscono danneggiando il sistema gastro-intestinale, compaiono vomito e diarrea anche emorragica, con forti dolori addominali.

In caso di sospetto avvelenamento del proprio animale, bisogna mettersi in contatto telefonico con il centro veterinario più vicino oppure, se presente in zona, con la Guardia Medica Veterinaria. È bene che il medico si renda immediatamente disponibile, arrivando a domicilio oppure attrezzandosi per l’arrivo del cane, avendo anche idea del tipo di emergenza da fronteggiare.

Nell’attesa del veterinario e dopo averlo consultato a riguardo, si può cercare eventualmente di far vomitare il cane: utile a questo scopo, in assenza di farmaci appositi, la somministrazione di acqua abbondantemente salata. In ogni caso non somministrare mai latte. Bisogna inoltre cercare di mantenere l’animale tranquillo ed evitare qualsiasi inutile stimolo sonoro o visivo che possa contribuire a scatenare una crisi convulsiva.

Una volta effettuato tutto quanto necessario e possibile per salvare l’animale colpito, nel caso in cui si sospetti un avvelenamento doloso, è meglio notificare una denuncia alla più vicina stazione di polizia giudiziaria della zona poi, con il veterinario, individuare il tipo di veleno che ha intossicato l'animale. Il veterinario, dal canto suo, per legge dovrà inoltrare denuncia di avvelenamento al sindaco del Comune e dovrà interessarsi per far individuare il tipo di veleno che ha intossicato l’animale.

( testo tratto da www.petclub.it )

0 Commenti

Lo staffordshire bull terrier , cane da guardia o da difesa ?

Allevamento staffordshire bull terrier - Cuccioli staffordshire bull terrier

Spesso si ritiene che lo Staffordshire bull terrier sia un buon cane da famiglia e che all'occorrenza possa fare un po' di guardia e intervenire in difesa del proprietario . . . a mio avviso si dovrebbe in primis fare un po' di distinzione tra cane da difesa e cane da guardia che sono due cose ben distinte .


Cane da difesa: è un cane affidabile al 100% , addestrato , che interverrà in difesa del proprietario a comando , quindi potrà seguire il proprietario in qualsiasi situazione in totale sicurezza.

Il cane da difesa , a seconda dell'addestramento seguito , potrà intervenire anche valutando autonoomamente il pericolo , ma dietro ad un cane del genere c'è un lavoro selettivo e di addestramento che sicuramente rende idonee solo alcune razze .


Cane da guardia:  generalmente è un cane che è preposto alla protezione di un territorio circoscritto , diffidente , molto aggressivo e reattivo con gli estranei adempirà il suo lavoro di guardiano con efficacia in completa autonomia , grazie ad una forte predisposizione genetica , senza mai allontanarsi dall'area da proteggere . L'aggressività e la reattività verso l'uomo sono fondamentali per impedire che possano accadere incidenti ( che quasi sempre costano la vita al cane ) , un cane guardiano non darà mai la possibilità ad un estraneo di entrare fisicamente nella proprietà , perchè pronto a disincentivare l'ingresso esprimendo una forte aggressività , un cane poco attento e reattivo , invece , potrebbe lasciar introdurre un estraneo ed attaccarlo in seguito , grosso errore se non si vuole avere guai con la legge .


Precisato questo , storicamente la selezione dello staffordshire bull terrier ( e dei terrier di tipo bull in generale ) non ne fa un cane adatto ad alcuna di queste due attività , nonostante sia un cane duttile ed addestrabile per vari sport , tra cui l'IPO , non è sicuramente tra le razze più indicate perchè ha doti caratteriali e psichiche troppo diverse dai cani che , realmente , svolgono una delle mansioni descritte in precedenza .

Dato che si sta parlando di LAVORO , di un lavoro molto "delicato" e complesso da selezionare ed apprendere per un cane , tentare di utilizzare lo staffy , solo perchè ci rende orgogliosi l'idea che possa custodire casa o difenderci è una mossa abbastanza rischiosa .
Buona cosa è scegliere la razza del cane che avremo al nostro fianco in base alle nostre esigenze , così che le caratteristiche caratteriali e l'indole del cane , si adattino perfettamente al nostro stile di vita e siano funzionali per l'eventuale lavoro che dovrà svolgere . Suggerisco di non scegliere MAI guidati solo dalla simpatia o da canoni estetici , specialmente se poi il vostro cane dovrà svolgere approssimativamente un lavoro che non è il suo , nella migliore delle ipotesi resteremmo abbastanza delusi .

0 Commenti

Valido utilizzo del sito web dell'ENCI

staffordshire bull terrier , enci , sito web enci

Per arginare la proliferazione di allevatori poco seri e poco rispettosi dei propri cani , vi segnalo un valido procedimento :)
Andando sul sito dell'ENCI nella sezione LIBRO GENEALOGICO , poi in ACCOPPIAMENTI RECENTI , è possibile digitanto anche solamente il nome della razza ( STAFFORDSHIRE BULL TERRIER ) nei moduli di stallone e fattrice , ottenere tutti gli accoppiamenti effettuati , partendo dai più recenti e andando indietro . A cosa può servire tutto ciò ? Cliccando sulla fattrice dell' accoppiamento in questione si va sulla scheda personale del cane , dove si può vedere il pedigree , i dati di anagrafica , gli avvenimenti relativi al cane ed i risultati .

  •  da li si può controllare l'età delle fattrici e confrontarla con la data di accoppiamento per potersi accertare che siano state accoppiate dal terzo calore e non prima
    ( andando in calore ogni 6 mesi la femmina dovrebbe avere all'incirca 18 mesi )
  • Si possono smascherare tutti coloro che spacciano i cani per lastrati quando poi in realtà non è così , nella sezione AVVENIMENTI del libro genealogico online , sulla pagina del cane in questione sono scritti tutti i risultati ufficializzati , se ci sono errori è interesse dell allevatore sollecitare l'enci o anche in caso di ritardi nella trascrizione dei risultati del proprio cane .
0 Commenti

È importante una struttura armoniosa ed equilibrata!

Nell allevamento di qualsiasi razza è importante , nel rispetto dello standard , selezionare strutture il più possibile sane e " naturali " , nel caso specifico , le leve di giusta lunghezza e una corretta conformazione ossea degli arti , fanno parte di quei caratteri morfologici e strutturali che garantiscono un corretto e funzionale movimento dell'animale .

allevamento staffordshire bull terrier Pisa , Roma , Firenze , Milano , Lombardia , Toscana , Lazio
0 Commenti

Quanto costa un cucciolo di Staffordshire bull terrier ???

 costo cucciolo staffordshire bull terrier , prezzo cucciolo staffordshire bull terrier

Con qualche riserva vorrei impostare un ragionamento in merito ad una delle domande più di frequenti .
Andando subito al sodo , per un buon cucciolo di 60 o 90 giorni si può andare a spendere dai 1000 € ai 1500 € , cifre troppo inferiori dovrebbero far sorgere qualche dubbio in merito alla selezione .

Per " buon cucciolo " intendo un cane abbastanza corretto per ciò che si possa valutare a due/tre mesi di vita , che sia nato da un accoppiamento ben studiato e con genitori caratterialmente e morfologicamente tipici e testati / controllati per le principali patologie che si riscontrano nella nostra razza , L2hga e Hc come minimo , ma è opportuno far controllare anche le articolazioni del cane con lastre ufficiali che ne certifichino la salute .
I prezzi non devono e non possono lievitare per aspetti puramente commerciali come la colorazione , oggi vediamo cuccioli di 60/90 giorni , magari pure di scarsa qualità , ceduti a 1600 / 1800 € solo perchè di colore Blu ( o Grigio come direbbe il proprietario medio ) con i rischi che ne possono conseguire .

 

Le discriminanti che portano a far lievitare il prezzo di uno staffordshire bull terrier sono molteplici e ne citerò solo alcune giusto per rendere l'idea :

  • Scartare riproduttori è la prima cosa che un allevatore , amatoriale o professionale che sia , dovrebbe fare . Togliere dalla riproduzione quei cani che per vari motivi ( gravi difetti morfologici , caratteriali o di salute ) non risultino idonei , pensate il costo che sostiene un allevatore tenendo o acquistando un cucciolo , mantenerlo fino ai 6 mesi o 12 con tutte le cure del caso , test genetici , lastre etc... e poi doverlo quasi regalare se si dovessero riscontrare dei problemi o se non dovesse essere un buon soggetto adatto alla riproduzione 
  •  Nonostante io sia un amatoriale trovo giusto ricordare che  gli allevatori professionali , hanno partita iva e devono affrontare ulteriori spese . Essendo l'allevamento la loro attività principale , è ovvio che ( come in qualsiasi altro lavoro ) debbano oltretutto avere un giusto margine di profitto .
  • Le spese di gestione e mantenimento dei cani si affrontano tutto l'anno e valgono per tutti i tipi di allevatori : vaccini , mangime di qualità , controlli veterinari di routine , eventuali emergenze o incidenti che possono occorrere ai cani e in più i test genetici e le lastre che ogni riproduttore deve avere . 
  • Alle spese annuali si aggiungono le spese di gestione di ogni singola cucciolata , partendo dal vaccino per l'herpes virus ( che ha un costo esorbitante ) , ci sono i costi per pagarsi la monta dello stallone scelto più le spese di viaggio ( se c'è da spostarsi ) , bisognerebbe farsi un idea dei costi che ci sono nel mantenere una femmina in dolce attesa con tutte le cure particolari di cui necessita e i controlli veterinari , una volta nati i cuccioli ci sono le varie spese di registrazione per l' USL e per l'ENCI oltre al mantenimento dei piccoli fino al 60° / 90° giorno .

  • L'allevatore deve prima di tutto essere un cinofilo , preparato anche dal punto di vista dell'addestramento e dell'educazione cinofila e quindi deve poter investire tempo e denaro sia per la propria preparazione che per il proprietario del cucciolo , che avrà bisogno di consigli e suggerimenti per una corretta gestione del cane .

 

Ho indicato sommariamente alcune delle varie spese che si affrontano quando ci si dedica all'allevamento di cani di razza , sia in maniera professionale che amatoriale .

Quando si cerca un cucciolo di razza ( in questo caso parlo di Staffordshire bull terrier ma si può estendere a tutte le razze ) non si può non pensare a tutti i costi ed il lavoro che c'è "dietro le quinte " .

0 Commenti

Rottura del legamento crociato nello Staffordshire bull terrier

ginocchio staffordshire bull terrier , legamento crociato staffordshire bull terrier , patella staffordshire bull terrier

Negli ultimi tempi sempre più frequentemente troviamo nello Staffordshire bull terrier casi di rottura del legamento crociato , informandomi e parlando con diversi veterinari conoscitori della razza ho voluto elencare ed esprimermi in merito alle cause più frequenti della rottura di tale legamento :

  • microtraumi che si protraggono nel tempo
  • infiammazioni anch'esse croniche
  • predisposizione anatomica del cane
  • lassità legamentosa che ( ereditaria o acquisita ) crea una forte instabilità del ginocchio .
  • gestione sbagliata del cane e sovrappeso

Non essendo un veterinario ma semplicemente un cinofilo che si dedica all'allevamento e all'addestramento non posso addentrarmi in materie non mie , restando nel mio " ambito " ho notato che quasi tutti gli infortuni occorsi ai cani sono soliti avere un comune denominatore : il proprietario neofita o poco esperto , carente nella gestione del cucciolo e del cane adulto .

Personalmente non ho mai avuto cani con problemi di questo genere e nemmeno ho avuto notizie di cuccioli da me ceduti che hanno riscontrato problemi simili , stessa cosa vale per molti altri appassionati cinofili e seri allevatori che conosco personalmente , ritengo che una gestione adeguata del cane , sia per l'attività fisica che per l'alimentazione ed i consigli del proprio allevatore ( competente ) potranno ridurre vertiginosamente le probabilità di infortuni alle ginocchia del cane .

0 Commenti

il taglio di orecchie e coda...

Premesso che sono per il rispetto della normativa vigente SEMPRE, prima di preoccuparsi del taglio delle orecchie e delle code in determinate razze ( tra l'altro senza conoscere l'origine, l'utilità e la sofferenza che provocano tali pratiche ) sarebbe il caso di pensare a leggi a tutela delle stesse , dato che da molti anni stanno subendo un incessante maltrattamento genetico

addestramento cani Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia , educazione cani Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia , educatore cinofilo Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia , addestratore cinofilo ENCI Pisa Livorno Lucca Viareggio Versilia
0 Commenti
Per visualizzare tutti gli altri articoli del blog di tuo interesse inserici nel bottone sottostante una parola chiave a tua scelta ed effettua la ricerca