ROGNA DEMODETTICA NELLO STAFFORDSHIRE BULL TERRIER

Staffordshire Bull Terrier Rogna Demodettica / Rossa
Demodettica Staffordshire Bull Terrier

La demodicosi colpisce il pelo dello Staffordshire Bull Terrier ed è dovuta ad un acaro, il Demodex canis che si riproduce nei follicoli piliferi. Viene comunemente chiamata “ Rogna rossa ” . Gli acari di questa specie possono sopravvivere solo sulla pelle, qualora ne siano allontanati vengono rapidamente a morte.

Sono parassiti che non si possono trasmettere all’uomo.
E’ tipica dei cani e dei gatti e non si trasmette in altri animali.
Esistono diverse forme di demodicosi:

  • Demodicosi localizzata
  • Demodicosi generalizzata
  • Demodicosi giovanile
  • Demodicosi dell’adulto

CAUSE :

La sua comparsa sembra sia dovuta a  fattori debilitanti ed ereditari. Inoltre è stato anche dimostrato che quando il Demodex canis è presente in grande numero nella pelle del cane malato produce un fattore chimico capace di deprimere a sua volta il sistema immunitario!

I fattori che influiscono negativamente sul buon funzionamento del sistema immunitario sono: età, pelo corto, cattivo stato di nutrizione, estro, parto,stress, parassiti intestinali e malattie debilitanti.

L’ acaro incriminato è presente comunemente, come tutti gli altri acari, nell'ambiente circostante.

Questa infestazione non avviene per contagio tra madre e figlio/i ma si trasmette in forma ereditaria ( o meglio si trasmette la capacità del sistema immunitario di resistere all'attacco dell'acaro )  .
Può essere passata dal padre o dalla madre e possono essere colpiti parte della cucciolata, un solo cucciolo o nessun soggetto della prole.

Il parassita può essere presente in numero ridotto nella pelle di molti cani sani senza per questo manifestarsi a livello patologico . Solo in alcuni soggetti si moltiplica a dismisura dando la tipica sintomatologia.

E' stata riconosciuta una predisposizione di razza per Shar Pei, West Highland White Terrier, Staffordshire Bull Terrier, Boxer e Alano.

Fattori favorenti in età giovanile sono allattamento e stress (molti cani importati illegalmente dall’est e trasportati da noi in condizioni precarie ne possono essere affetti più facilmente).

Quando si presenta in età adulta, generalmente non è correlata con una determinata razza , ma con condizioni debilitanti.

 

SINTOMI :

Demodicosi localizzata

Si osserva in genere nei cani giovani (3-6 mesi di età), con alopecia (perdita di pelo a chiazze), arrossamento della pelle, punti neri, desquamazione tipo forfora, Il prurito non è frequente. Tali  lesioni sono localizzate prevalentemente sulla testa e sugli arti anteriori e sono in genere da 1 a 6.Può essere presente otite.

Demodicosi generalizzata

Si definisce generalizzata se le lesioni sono in numero superiore a 6, se è interessata  una intera regione del corpo (es. testa) o se sono interessate almeno due zampe.

Si osserva in cani giovani (prima dei 2 anni, demodicosi giovanile) o nei soggetti adulti e anziani (dopo i 4 anni,In questo caso viene chimata Demodicosi dell’adulto). Possono essere anche presenti altri disturbi come otite, infezioni batteriche e gonfiore dei linfonodi. Il prurito, se presente, è associato all’infezione batterica. La demodicosi dell’adulto si può manifestare in cani già malati di altre patologie (ipotiroidismo, diabete mellito, leishmaniosi ecc…) o sottoposti a terapie con farmaci che sopprimono l’attività del sistema immunitario.

 

DIAGNOSI :

tramite l’esecuzione di raschiati cutanei profondi e di un esame microscopico del pelo. Si osservano acari in grande numero ed in diversi stadi del ciclo vitale (uova, larve, ninfe, adulti). E’ inoltre importante identificare le infezioni batteriche complicanti. Se il cane presenta la malattia in età superiore a 4 anni, è necessario cercare di diagnosticare anche l’eventuale malattia che può aver favorito la comparsa della Demodicosi.

Nella forma localizzata un'alta percentuale di casi può risolversi spontaneamente, mentre in quella generalizzata rara è una guarigione nella totalità dei casi.

 

PROGNOSI :

Nella demodicosi localizzata le singole lesioni guariscono spontaneamente entro un paio di mesi, anche se in taluni casi possono persistere più a lungo.

Il cane deve mantenersi in buone condizioni di forma e può essere trattato solo localmente.

Nella demodicosi generalizzata è necessario attuare una terapia di lunga durata e portare regolarmente il cane dal veterinario per constatare i risultati della stessa ed apportarne eventuali modifiche. Sarà inoltre necessario effettuare controlli periodici ogni tre mesi per un anno.

 

TERAPIA :

si basa sull'impiego di trattamenti locali con particolari prodotti e secondo le modalità stabilite dal veterinario in funzione del quadro clinico e sull'uso di farmaci per via generale, specialmente nei casi in cui le cure locali non hanno sortito i risulati sperati.

Demodicosi localizzata : guarisce spontaneamente nel 90% dei casi e non è necessario alcun trattamento. L’applicazione topica di prodotti contenenti benzoilperossido può accelerare la risoluzione delle lesioni.

Demodicosi generalizzata si possono usare : farmaci per via orale (ivermectina, milbemicina , Nexgard) - spugnature con prodotti antiparassitari (amitraz) - prodotti spot on (moxidectina-imidacloprid, metaflumizone-amitraz).

Consiglio in casi limite di chiedere la prescrizione del Cydectin 50ml un prodotto molto efficace che oltre a ridurre notevolmente i tempi di guarigione ha avuto la più alta percentuale di successi , si tratta comunque di un prodotto abbastanza tossico e che quindi va usato solo e dove necessario .

La terapia va continuata fino ad ottenere due esami microscopici negativi consecutivi a distanza di 1 mese e può durare anche molti mesi. Spesso si antibiotici se è presente anche un’infezione batterica.

 

PROGNOSI :

La prognosi è favorevole per la forma localizzata e riservata per le altre forme, infatti a volte è possibile ottenere solo il controllo della malattia ma non la guarigione completa.

Inoltre nei soggetti adulti la prognosi è dipendente della gravità della malattia sistemica concomitante.

 

 

 

CONSIDERAZIONI PERSONALI :

Garantire che i cuccioli di Staffordshire Bull Terrier non manifesteranno mai livello patologico la demodettica è piuttosto difficile (e scorretto) come una madre può dimostrarsi geneticamente resistente all'attacco dell'acaro, non mostrando esteticamente segni di infestazione da demodex, non necessariamente trasmetterà alla propria prole tale resistenza .